Il Governo approva la manovra finanziaria 2011-2014. A fine luglio la conversione in legge. C’è attesa per le decisioni sui piccoli ospedali

Scritto da Redazione il 30 giugno 2011. Inserito in News

Berlusconi e Tremonti

                                                   Il Consiglio dei ministri ha approvato stasera la manovra finanziaria per centrare l’obiettivo del deficit zero nel 2014. Con un impatto che sarà di 1,5 miliardi sul 2011, 5,5 nel 2012 e 20 miliardi sui due anni successivi. Via libera anche alla delega fiscale. Sulla manovra che ora arriva in parlamento – anticipa il Primo ministro Silvio Berlusconi – «ci sarà il voto di fiducia». Dopo l’approvazione del governo la manovra è attesa dal 25 luglio in aula alla Camera. All’interno della manovra è contenuto anche il famoso testo che consente al Governo di risolvere la situazione di stallo venutasi a creare in Abruzzo dopo le tante bocciature ottenute dalla coppia Chiodi-Baraldi che non hanno potuto portare a termine il piano di rientro sulla sanità. Oggi prima del Consiglio dei Ministri, si sarebbe dovuto svolgere un vertice tra il Governo e le Regioni che è stato rinviato alla settimana prossima. Lo ha annunciato il governatore del Veneto Luca Zaia uscendo dai lavori della conferenza straordinaria delle Regioni che attraverso il presidente dell’Emilia Romagna, Vasco Errani, hanno duramente criticato le misure restrittive nei confronti degli Enti locali.

E.C. - 30 giugno 2011

Trackback from your site.

1.508 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.