“Festa delle Farchie” – di Luciano Marsibilio

Scritto da Luciano Marsibilio il 14 gennaio 2012. Inserito in News

Nei giorni 15-16-17 di gennaio si svolgeranno nella vicina Fara Filiorum Petri, le festività in onore di Sant’Antonio Abate o, per meglio dire, la “Festa delle Farchie”.

Ecco come viene citata nell’Enciclopedia delle Regioni (Ed. Aristea): “Queste Farchie sono giganteschi fasci di canne secche alti un decina di mt, tanti fasci quanti sono le frazioni del paese.   ….(continua)Portate di peso da robusti giovanotti fino alla chiesetta di Sant’Antonio Abate, presso il cimitero, le Farchie vengono innalzate ed incendiate per metà fra le acclamazioni della folla.Ciò che resta, poi, della Farchie viene portato in processione dietro la statua del Santo fino alla piazza del paese, dove la festa si conclude, con un solo grande rogo al di sopra del quale si eleva, benedicente, la statua del Santo”.

SANT’ANTONIO ABATE
E’ comunemente rappresentato con un porcello ai piedi in quanto protettore degli animali. Visse nel IV° Secolo. Di origine egiziana si ritirò giovanissimo a vita anacoretica nella Tebaide. Il suo esempio trascinò a vita eremitica numerose altre persone.

Trackback from your site.

441 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.