Lo sviluppo non servirà a nessuno – di Nello Iacovella

Scritto da Redazione il 18 gennaio 2012. Inserito in Costume e Società, News

Lo sviluppo non servirà a nessuno senza preoccuparci dell’ambiente.

Sono in atto cambiamenti legati a cause ed effetti ben precisi: aumento dell’anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera, effetto serra, riscaldamento del pianeta, stravolgimenti climatici. Si pensi che, 50 anni fa, la composizione dell’aria che respiriamo e a cui il nostro organismo era assuefatto, aveva delle percentuali pari a circa il 77% di azoto, 21% ossigeno e uno 0,03 di CO2, più altri componenti. Questo era un punto di equilibrio che garantiva il tipo di clima della nostra zona temperata. Oggi non è più così.   …(continua)L’immissione in atmosfera di CO2 è iniziata con la rivoluzione industriale ma è esplosa negli ultimi 50 anni (ora siamo arrivati a 27 miliardi di tonnellate annue). La natura, quindi, c’entra poco. A determinare questo squilibrio sono state le nostre azioni, e con lo sviluppo e l’aumento dei consumi del terzo mondo, la situazione peggiorerà. Quando si parla di ambiente ci si occupa dei fattori vitali: l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo e il suolo da cui traiamo i nostri alimenti. Dalla tutela di questi fattori dipende la nostra vita. Eppure stiamo modificando la composizione dell’aria, la quantità di acqua dolce disponibile e non inquinata è in continuo calo, lo stato del mare desta allarme. Quando ai terreni agricoli, avvelenati e modificati nella loro composizione dell’utilizzo di pesticidi, concimi chimici, acqua inquinata, producono alimenti sempre più a rischio e meno naturali. A parte altri seri dubbi per la salute, è in atto un’esplosione di malattie e intolleranze alimentari. Il nesso con ciò che respiriamo, beviamo e mangiamo è ormai evidenziato da ricerche e studi. Ma importa a qualcuno? Qual’è il livello di consapevolezza della classe politica sulla questione ambientale? La priorità della politica, quando non pensa a se stessa, riguardano lo sviluppo economico, l’aumento della ricchezza e il lavoro. Senz’altro temi cruciali. Ma cosa ce ne faremo della ricchezza o del lavoro se saremo sempre più costretti a mangiare, fare e respirare veleni?

Nello Iacovella

Trackback from your site.

196 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.