Marij’ Mariantonij’ – aneddoti di Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 18 marzo 2012. Inserito in Costume e Società

Mario era un musicante e componente importante della “Grande Orchestra Città di Pretoro” allestita dal geniale maestro Mimì De Renzis nel 1960. Mario suonava il trombone e fungeva anche da capobanda.

Nel giugno del 1960 l’orchestra fu scritturata per suonare a San Gregorio in provincia de L’Aquila. Il viaggio per raggiungere quel luogo fu decisamente avventuroso. Basti pensare che il bussino che trasportava gli orchestrali forò tre volte e restò anche senza benzina per cui lo dovettero spingere fino ad una stazione di servizio che per fortuna non era molto distante.   …(continua)Profittando di una di quelle soste Mario sentì il bisogno impellente di urinare. E mentre dietro un cespuglio era intento a farla, una vespa lo morsicò proprio lì provocandogli un forte dolore e tanta preoccupazione. Corse a riferire l’accaduto piangendo a Ndonij’ di bòngioch’ che dell’orchestra era addetto alla logistica. Ndonij’ era tipo dalla battuta facile, non gli parve vero di beffeggiare l’amico a cui subito disse: coss’ mo la dì ffucà sobb’t’ a miazz’ a l’acqua vullènt’…! ( “il malcapitato”  adesso lo devi subito affogare/immergere nell’acqua bollente!).

Felice Marcantonio

Trackback from your site.

108 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.