Il Circolo PD di Guardiagrele a congresso

Scritto da Redazione il 7 marzo 2012. Inserito in News

 

Si è concluso con l’elezione del nuovo segretario, domenica scorsa, il partecipato e affollato congresso del Partito Democratico di Guardiagrele. Dopo le dimissioni di Amedeo Di Pretoro avvenute nel Luglio scorso, la reggenza del circolo era stata affidata congiuntamente ai tre consiglieri comunali eletti Carla Altorio, Gianna Di Crescenzo e Simone Dal Pozzo, che hanno provveduto a rifare il tesseramento e a porre le basi per il nuovo corso. Un tesseramento a tre cifre portato a termine in pochissimo termine e che fa quindi ben sperare per il prossimo.

La scelta è ricaduta sull’unico candidato in corsa e cioè Maurizio Camiscia, già consigliere comunale dal 2001 al 2010 nonostante la giovane età che, nei prossimi giorni, provvederà ad indicare i componenti la segreteria e a proporre il Presindente dell’Assemblea. …(continua)

Il Partito Democratico dunque volta pagina e riparte con convinzione e con ambizione.

    Al congresso del circolo guardiese hanno preso parte la vicesegretaria provinciale Chiara Zappalorto, il segretario regionale Silvio Paolucci e il senatore Giovanni Legnini, presenze importanti che stanno a testimoniare quanto sia cruciale per la vita politica del nostro territorio il ruolo del PD guardiese.

    A breve il circolo democratico si occuperà di portare all’attenzione dei guardiesi temi di grande interesse ad attualità quali il lavoro, la sanità, la scuola, le energie rinnovabili, le liberalizzazioni, le pari opportunità,. e si adopererà anche per dare spazio ai giovani che vogliano fare politica con l’avvio di un circolo dei Giovani Democratici.

    Il lavoro da fare è notevole ma, come dichiara Camiscia, «Il nostro partito merita di essere riconosciuto come forza politica seria, colta, attenta alle problematiche, sensibile e capace di ascoltare: Non deve essere il posto dei personalismi. Chi è con noi è perché crede nel PD e negli obiettivi che esso si è dato, e fa politica per passione e senso civico. Sono queste le ragioni che oggi mi spingono ad accettare questa sfida, consapevole che la strada sarà tutta in salita ma che ce la possiamo fare». Poi aggiunge «Bisogna tornare a fare politica tra la gente, andare nelle piazze, nelle strade e nelle contrade per raccontare il nostro punto di vista. L’elettore del partito democratico è una persona che vuole partecipare e che cerca risposte concrete in questo momento di crisi globale, ed è nostro dovere dargliele con semplicità e competenza».

Circolo PD Guardiagrele

Trackback from your site.

232 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.