Attentato a Brindisi

Scritto da Redazione il 21 maggio 2012. Inserito in News

PAOLUCCI e DI CRESCENZO: “INACCETTABILE INTIMIDAZIONE A GIOVANI, ORA SFORZO UNITARIO PER LA LEGALITA’ ”

Il Segretario regionale e la Responsabile Scuola:
“Siamo vicini alle famiglie, alla Puglia, alla scuola, a chi lotta per la legalità”

 Il Partito Democratico d’Abruzzo si mobilita in tutta la regione contro le mafie e il terrorismo dopo l’attentato alla scuola di Brindisi. Dirigenti e militanti del Pd stanno partecipando attivamente all’organizzazione dei presidi principali previsti in Abruzzo, quelli di piazza Sacro Cuore a Pescara, di piazza Prefettura a Chieti e di piazza Martiri a Teramo. “Siamo rimasti senza fiato alla notizia dell’esplosione occorsa davanti l’istituto professionale Falcone-Morvillo di Brindisi. …(continua)

Un attacco al cuore della vita, come lo è l’adolescenza, un inaccettabile avvertimento a future giovani donne e  futuri giovani uomini per ricordare loro che la mafia, la camorra, la ndrangheta ci sono e che  non obbedire alla loro regole significa rischiare la vita” spiegano il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci e la responsabile Scuola del Pd abruzzese Gianna Di Crescenzo, “ma è anche la paura della malavita stessa: sa che quando si sta insieme si vince, è cosciente che il sapere significa libertà, che la scuola insegna a discernere il bene dal male, il buono dal cattivo, il giusto dal colpevole. Troppe vittime si contano nella guerra contro l’antistato: è l’ora di uno sforzo grande e unitario perché la lista dei nomi da ricordare non trovi altro spazio. Il Partito Democratico abruzzese è vicino alle famiglie di Melissa e Veronica, ai brindisini, alla Puglia e agli operatori della legalità, a tutto il mondo della scuola, e si impegna in prima fila a difendere la democrazia e ad estirpare la violenza che ci ruba il futuro”.

Trackback from your site.

76 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.