Il ventennale della strage di Capaci – Gruppo consiliare “Guardiagrele il bene in comune”

Scritto da Redazione il 24 maggio 2012. Inserito in News

La memoria, soprattutto quella che riguarda fatti ancora senza risposta e che pesano ancora sulla nostra storia, va coltivata, giorno dopo giorno. E se questa assiduità di esercizio civico e civile non è possibile, almeno ci si soffermi a riflettere su date cruciali, come i 20 anni dalla strage di Capaci che uccisero il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta. A maggior ragione quando il ricordo di un giorno che scosse l’Italia si intreccia con un attentato ad uno dei luoghi più sacri e più vulnerabili della nostra società, la scuola, portando via una giovane donna e ferendone altre.  …(continua)

Ci saremmo dunque aspettati da Salvi, dalla sua giunta, dall’Assessore Provinciale Di Prinzio, un cenno, un moto dell’animo, un’assunzione di responsabilità quali rappresentanti dello stato che hanno il compito di ricordare a se stessi e ai cittadini che c’è chi, per lo Stato, ha dato via la vita. E invece niente. Il silenzio su Brindisi, il silenzio su Capaci. Fa male prendere atto che si indossa la fascia, anzi, tutte le fasce possibili, per inaugurare dei bidoni dell’immondizia, che si sprecano fiumi di inchiostro e parole per avvisare la cittadinanza che i bagni pubblici sono di nuovo aperti, che sono belli ed eleganti, e che non si trovi un minuto, uno sforzo, un impegno per ricordare, per rendere omaggio, per dire grazie, per prendere esempio. Fortuna, però, che ci sono gli studenti della scuola dei Cappuccini che, il 23 marzo scorso, hanno  tenuto viva la memoria del giudice ucciso parlandone con la sorella, Maria Falcone. Ancora una volta la scuola pubblica, prima martoriata dai tagli e ora minacciata dalla violenza, ci salva. Un consiglio all’Amministrazione Salvi: eviti di ricordarsi di Falcone fra un mese o due, come è successo per i 150 dell’Unità d’Italia, celebrati ad aprile. Sarebbe ancora più imbarazzante e meno rispettoso dell’assenza e del silenzio di oggi.

Gruppo consiliare “Guardiagrele il bene in comune”

Trackback from your site.

92 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.