CONGELIAMO IL DEBITO VERSO LE BANCHE

Scritto da Paolo Damiano il 22 giugno 2012. Inserito in News

Vabbe’ facciamola corta: lo stato americano ha un deficit che è il 50% di quanto incassa, ovvero irrecuperabile.

Gli Stati Uniti sono FALLITI e per evitare lo sconquasso e rischi seri di guerra totale con la Cina et compagnia, causa consolidamento del debito da migliaia di miliardi di dollari nei loro confronti, si stanno mangiando l’Europa a suon di rating farlocchi.
Questa è la verità, ma se si smette di sussurrarla e si comincia a gridare salta per aria il coperchio di Pandora che comunque saltera’ per aria in ogni caso. Sembra tutto molto astratto.
Poi le botteghe chiudono a vista d’occhio.
Poi vediamo dignitosi pensionati e pensionate chiedere l’elemosina.
Siamo a pochi mesi dai cartoneros, ecco il punto.
E quella, intendiamoci, è la soluzione ottimistica, che vede semplicemente l’Italia ed alcuni altri paesi europei ridotti in rovina, senza guerre e soprattutto senza guerre atomiche.
Perche’ quando si raggiungono questi livelli di rischio a qualcuno, in qualsiasi momento possono saltare i nervi.                     Spieghiamo, allora, la posizione de La Destra sulle politiche economiche europee, rilanciando la proposta del nostro partito: la doppia circolazione monetaria interna. E’ una proposta seria, più della posizione di Berlusconi che a parole dice di voler uscire dall’euro, e poi vota a favore del governo. Capiamo che non gli hanno perdonato le tre cose che ha cercato di fare: i legami con la Libia, l’accordo con Putin sul gas e il sostegno a Finmeccanica, ma le dichiarazioni a sprazzo di Silvio Berlusconi su ventilate uscite dell’Italia dall’Euro sono troppo contraddittorie per essere prese per ciò che sembrano. Mr B. è anti Austerità ma pro licenziamenti facili, è anti tasse, ma pro tagli alla spesa pubblica, è pro Unione Monetaria et UE ma dice che se uscissimo dall’euro ne gioveremmo. E a chi parla di un eventuale crescita conseguente del debito pubblico, diciamo che l’Italia ha 1940 miliardi di debito. Di questi, però, mille sono verso banche straniere: congeliamoli, non paghiamoli e facciamoci rispettare, piuttosto di correre dalla Merkel avendo necessità di presentarsi con un sì delle forze politiche a una riforma del lavoro inaccettabile, come richiede Herr Monti. Servono misure serie a favore del popolo, il premier invece è piegato sui diktat tedeschi, ma l’Italia non deve diventare un’appendice della Germania. Craxi, in altri tempi, contro l’imperialismo americano mandò i carabinieri a Sigonella, a noi oggi manca una classe dirigente di un certo spessore.

Il Segretario de La DESTRA Guardiagrele Paolo Damiano

Trackback from your site.

50 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.