Guardiagrele, campo di lavoro per volontari – Donatello Di Prinzio

Scritto da Redazione il 14 luglio 2012. Inserito in News

Rappresentano l’adolescenza che dedica una parte delle vacanze estive al lavoro volontario e al servizio della grande comunità dei cittadini. Sono i 14 ragazzi, età compresa tra i 15 e i 18 anni provenienti da diverse regioni italiane,  ospiti del Comune dal 10 al 21 giugno scorsi per il campo-lavoro organizzato da Legambiente nazionale e coordinato alle pendici della Maiella dal Centro di educazione ambientale “Il grande faggio” di Pretoro.
Coordinato da Daniela e Fabrizio Chiavaroli e Luca Spinogatti per il Cea pretorese, il campo si è concentrato su opere di risistemazione della prima parte del sentiero che da Bocca di Valle conduce alla cascata San Giovanni, nel cuore della Maielletta e mèta di migliaia di escursionisti ogni anno.  (…continua)

 E’ stata un’esperienza nuova e stimolante anche per noi, che l’abbiamo vissuta con l’entusiasmo ma anche il peso della responsabilità per i nostri giovani ospiti, ai quali abbiamo assicurato un soggiorno piacevole nella città e negli splendidi dintorni pedemontani che sono stati per un po’ la loro casa.

In accordo con Il grande faggio è stata prescelta l’opera a Bocca di Valle, scartando l’alternativa della bonifica del sentiero cittadino ma in pieno verde che collega Torre Adriana alla villa comunale sul versante nord delle antiche mura del centro. Nelle vicinanze del ponte sul Vesola e il mausoleo di Andrea Bafile, i ragazzi hanno risistemato il percorso per i disabili, le panchine e effettuato la pulizia del sottobosco ai margini del sentiero, che ora è ritornato a essere più sicuro per le famiglie, la categoria di frequentatori più assidui nei primi 800 metri del tracciato che termina alla cascata.

 Ricco di un mix di provenienze, dal Veneto alla Campania, il gruppetto è stato ospitato all’hotel Granada di Colle Granaro, base di partenza per il campo di lavoro. Nelle ore libere i nostri giovani ospiti hanno visitato il centro cittadino e luoghi di interesse naturalistico come Piana delle Mele, dove hanno tra l’altro vissuto un’esperienza al Parco avventura di Gianluca Caramanico. La nostra speranza è che Guardiagrele e l’Abruzzo abbiano lasciato in loro il segno per l’ospitalità ricevuta e l’indubbia bellezza dei nostri borghi storici e della montagna».

Donatello Di Prinzio (Assessore all’Ecologia del Comune di Guardiagrele)

Trackback from your site.

126 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.