Niculin’ cardéll’ – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 1 ottobre 2012. Inserito in Costume e Società

Niculin’ non c’è più…E scomparso prematuramente qualche anno fa, lasciando in noi stupore e rimpianto. Era geometra, è stato tecnico della Comunità montana, sindaco di Pretoro e presidente della Pro Loco. Qui lo ricordo come coattore di un fatto simpatico avvenuto a Pretoro intorno agli anni 80 del secolo scorso. Erano in quel tempo frequenti i furti nelle case. …(continua)Poichè le denunce ai carabinieri non davano risultati, un gruppo di giovani decise di intervenire direttamente per cercare di svergognare i ladruncoli. Si formarono due sottogruppi di tre o quattro componenti ciascuno, uno guidato da Cicchino Di Felice, l’altro da Nicolino. Fu fatto il piano strategico. Un sottogruppo doveva astutamente risalire il paese partendo dalla Madonna della Libera, guidato da Nicolino, l’altro, di pronto intervento, dove attendere nella parte alta del paese, a Dietrocorte, per agire. Il collegamento doveva avvenire attraverso due ricetrasmittenti che Cicchino aveva sottratto al padre.
Il nome in codice di Nicolino era Padre Mariano, frate famoso in quel tempo per le sue prediche in TV.
All’ora X il sottogruppo mobile si mosse con grande circospezione e Nicolino, di tanto in tanto, così come convenuto, accendeva la ricetrasmittente e cercava di collegarsi con Cicchino. Sottovoce ripeteva: pronto, pronto…qui padre Mariano…passo e chiudo. Nessuna risposta. Dopo un altro tratto di strada, Nicolino riprovava: pronto….padre Mariano…pronto…pronto! Ancora nessuna risposta. Dopo diversi tentativi arrivò forte e chiara la risposta di Cicchino: pronto, pronto, ti sento bene, parl’ Niculì, passo e chiudo. Chiáut’ l’accc’diènt’ ch’ t’ péij’, disse Nicolino che ormai si trovava a non più di 20 metri da Cicchin’, bèll’ a f’éur’ ch’èmm’ fatt’…Nelle rice trasmittenti non c’erano le batterie !!!!!

Trackback from your site.

117 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.