Archive for novembre, 2012

ONDATA DI FURTI QUESTA NOTTE A GUARDIAGRELE

Scritto da Fabio Di Cocco il 30 novembre 2012. Inserito in News

Questa mattina amaro risveglio per la nostra città. Numerosi esercizi commerciali del centro storico hanno ricevuto la sgradita visita dei ladri che, agendo indisturbati nel cuore della scorsa notte, hanno forzato serrature e saracinesche per impossessarsi dei soldi delle casse e di oggetti destinati alla vendita. Dopo il clamoroso furto di pochi giorni fa ai danni della ditta Del Romano a Campotrino, i malviventi si sono fatti ancora più audaci e sfrontati arrivando fino al Centro cittadino per sfidare la nostra privacy. Da qualche anno ormai tutto il territorio guardiese è vittima di questi fatti che, dopo il furto dei codici al bancoposta e la altrettanto clamorosa rapina in pieno giorno e in pieno centro storico ai danni della Cassa di Risparmio, non sono più da considerarsi un fenomeno attribuibile alla micro criminalità. Bisogna alzare la guardia e cercare nuovi metodi di prevenzione e difesa con la collaborazione tra cittadini, istituzioni e forze dell’ordine al fine di proteggere ciò che ci appartiene.

U cumpà Vittorij’ – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 24 novembre 2012. Inserito in Costume e Società, News



Gestiva la più frequentata cantina di Pretoro negli anni 50 del secolo scorso. Per 1500 abitanti a Pretoro c’erano allora circa 35 tra cantine e “fiaschetterie” ed erano il ritrovo degli uomini, di sera o nei giorni festivi. Alle donne non era ancora permesso la loro frequentazione nè era cercata. La bevanda maggiormente consumata era il vino sfuso spesso allungato con gassosa. Servivano, queste cantine, anche per passare un po’ di tempo come pausa ai durissimi lavori dei contadini nei campi e dei pastori nei pascoli. C’erano alcuni tavoli da quattro posti ed un bancone per la mescita. Si giocava anche a carte : scopa, briscola, tressette ed il più semplice, asso pigliatutto ( taijacòcc’).
Vittorij’ era un volpone. Per evitare che i clienti si allontanassero, nascondeva, nel cassetto del bancone, fiammiferi, sigarette , tabacco che rivendeva all’occorrenza, e tanti soldi spiccioli per ridare sempre il resto per non far credito. Per evitare che gli avventori fregassero i fiammiferi di legno ( i furminènt’) sui muri, aveva fissato pezzi di carta vetrata sui piedi dei tavoli senza che si vedessero. In questa cantina si recava, quando poteva, anche mio zio Giovanni per consumare il suo quartino ma più per passare il tempo a vedere gli altri giocare. A Vittorij’ dava un po’ noia che zio consumasse poco e spesso gli passava vicino e, guardando il bicchiere semipieno, gli diceva: Vóiv’, Giuà, ca s’nnò c’ va la mòsch’...Una volta, d’inverno, faceva un freddo cane, zio Giovanni stava vicino alla stufa col solito quartino. La legna nella stufa era finita e lo zio disse a l’oste: Vittò, métt’c’ ddu lain’ a sta stuf’, s’ sta rfr’ddà…Péur’, rispose Vittorio, péur’ o lain’..P’ o vóin’ ch’ cunzéum’ téu, gna facc’ a cumprarl’ ?

Comunicato stampa – Cinema Garden

Scritto da Redazione il 24 novembre 2012. Inserito in News

 

La consigliera Di Crescenzo, ieri capogruppo di maggioranza ed oggi di opposizione, mostra di non sapere di cosa parla: di non sapere che hanno permesso per anni di fare spettacoli in una sala priva di agibilità e di permesso dei vigili del fuoco; di non sapere che proprio la sua maggioranza non ha mai riconosciuto al gestore i miglioramenti apportati alla struttura ed alla sua tecnologia, contribuendo così a rendere meno produttiva l’attività.

E’ stata questa Amministrazione ad avviare il percorso per mettere in regola la struttura. …(continua)

L’almanacco

Scritto da Luciano Marsibilio il 22 novembre 2012. Inserito in News

• 21 novembre: Presentazione di Beata Vergine  Maria.    Secondo la tradizione Maria fu presentata giovanissima al tempio di Gerusalemme perchè prestasse servizio al Signore. La ricorrenza è detta anche “Virgo fidelis” scelta come Patrona dei Carabinieri.

•  Alle ore 22,50 si entra nel segno zodiacale del Sagittario. Leali ed “intraprendenti” i Sagittari sono molto ottimisti

• 22 novembre: SANTA CECILIA Nobile fanciulla romana, morì martire verso il 230. E’ da secoli considerata la patrona dei musicisti e dei cantanti perchè, secondo la tradizione, “mentre gli organi suonavano, ella cantava nel suo cuore il Signore”

 • 22 novembre 1963 a Dallas veniva ucciso, all’età di 46 anni, John Fitzgerald Kennedy. Era uno dei più giovani Presidenti degli U.S.A. e il primo di religione cattolica. Il suo attivismo, la sua energia innovativa attirarono l’odio e le ostilità delle forze oscure , militariste e retrive della Nazione. L’attentato portato a termine ( secondo le fonti ufficiali) da Harry Lee Oswald in circostenze, in verità mai chiarite,suscitò un’ondata di commozione senza precedenti in tutta la Nazione e nel mondo intero.

Decora il tuo Natale

Scritto da Redazione il 20 novembre 2012. Inserito in EVENTI, News

Dopo il grande riscontro di partecipazioni ottenuto lo scorso anno, ancora insieme per questo Natale 2012, con i laboratori di decorazione ceramica dal titolo “Decora il tuo Natale” che, Stefania Santone organizzerà a partire dal 20 novembre prossimo, fino alla prima metà di dicembre.

I laboratori, articolati in due incontri, di 90 minuti ciascuno, prevedono questa volta, oltre la decorazione, anche la realizzazione (foggiatura) da parte dei corsisti, di piccoli oggetti decorativi per l’albero di natale. I laboratori, si terranno a Guardiagrele presso la sede dell’Associazione “Le Arti Antiche” in via Cavalieri 12. E’ possibile aderire ai corsi, telefonando ai numeri 3807130126 / 087184814 o scrivendo alla mail s.santone@alice.it Le date e gli orari per gli incontri, possono essere concordate con l’organizzatrice. La quota di partecipazione è di 20,00 euro e comprende la fornitura del materiale e la relativa cottura.

Lettera di Paolo Damiano

Scritto da Paolo Damiano il 19 novembre 2012. Inserito in News

Al Sig. Sindaco di Guardiagrele
Ai Sig.i Consiglieri

La Destra di Guardiagrele esprime piena solidarietà e vicinanza al popolo palestinese, in questi giorni nuovamente colpito dalla violenza repressiva delle forze militari israeliane. Quello che sta accadendo in questi giorni a Gaza è terribile; ancora una volta sangue e morte colpiscono il popolo. Uomini, donne e tantissimi bambini rimangono vittime innocenti di questo conflitto, avendo come sola colpa quella di chiedere diritti; diritto a una vita normale, ad avere un futuro come tutte le altre persone al mondo, a potersi dichiarare stato e popolo. Denuncia lo scandaloso silenzio del Governo italiano e il placet di quello statunitense e auspichia l’immediata condanna da parte della comunità internazionale per fermare l’escalation militare minacciata da Israele che esaspera il conflitto tra i due popoli. Chiede al Consiglio, un Ordine Del Giorno di solidarietà al popolo palestinese, attraverso il quale si esprima profonda preoccupazione per la situazione di conflitto in atto a Gaza e per i massacri subiti dalla popolazione palestinese. Chiede, altresì, al Comune di tradurre l’espressione adoperandosi presso le sedi competenti, affinché sia garantita quanto prima la pace a Gaza e sia realizzato il principio dei “due popoli due stati”. E chiedendo che la Comunità Internazionale prenda una volta per tutte una posizione netta e definitiva contro l’occupazione e l’aggressione che viene perpetrata da anni contro la Palestina, si imponga al governo di Tel Aviv di rispettare i diritti umani e la sovranità del popolo palestinese. Ritiene al contempo, che debba essere accelerato immediatamente l’iter per la nascita del libero stato di Palestina, garantendo la loro indipendenza, la sovranità nazionale e territoriale, solo così si potrà avere una pace duratura in una terra che ha visto versare nei decenni troppo sangue innocente.

Con viva cordialità Il Segretario de La DESTRA Guardiagrele
Paolo Damiano

Guardiagrele, lì 19.11.2012

Pallamano

Scritto da Redazione il 17 novembre 2012. Inserito in Sport


La Handball Guardiagrele dopo tanti anni di esilio a Bucchianico torna a giocare al Palagrele. Appuntamento domenica alle ore 17.45 contro L’Aquila

Dopo la squadra femminile che ha già giocato tre partite nel campionato di B femminile (1 pareggio e 2 sconfitte per la giovanissima compagine guidata da Elio Wolter) domenica 18 novembre torna in campo anche la squadra maschile. Dopo aver conquistato sul campo la salvezza nell’ultimo campionato di Serie A2 la società, a causa dei grossi problemi economici ed ancor di più perché per il campionato di Serie B è riuscita ad ottenere dalla Figh il permesso a giocare a Guardiagrele, ha scelto di scendere di un gradino al fine di poter tornare a giocare davanti al pubblico amico. Dopo diversi anni in esilio a Bucchianico la squadra maschile, ancora in trattativa acon la Intec per il rinnovo della sponsorizzazione, torna finalmente a giocare al Palagrele. Appuntamento alle ore 17.45 per la prima giornata che vedrà la ringiovanita compagine guardiese impegnata nel derby con il Cus L’Aquila. La partita di B maschile sarà preceduta (ore 16.15) da quella dell’Under 20 maschile che se la vedrà con la Emmele Naca Teramo. Intanto le ragazze della B femminile sabato sera saranno impegnata nella seconda trasferta consecutiva nel Lazio sul campo del Fondi.

Massimo Mattioli


Le trote di zio Giovanni – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 17 novembre 2012. Inserito in Costume e Società

Zio Giovanni era uomo di eccezionale sagacia ed aveva uno spirito arguto non comune…Sapeva con i suoi motti provocare sempre una risata o solo un sorriso, secondo le circostanze. Alla scarsa cultura scolastica, non aveva finito di frequentare, forse, neanche le elementari, suppliva con la vivacità del suo ingegno e la battuta sempre pronta.  A me ricordava tanto Bertoldo di cui conoscevo, per averle lette da ragazzo, le avventure. Il suo linguaggio era intriso di strafalcioni e questa era la principale causa di ilarità per chi lo ascoltava. Avevamo pranzato  insieme quel giorno, una buona terrina di orapi e fave. Io sono astemio ma lui un po’ di bicchieri di rosso se li era scolati e la sua loquela s’era fatta sciolta e colorita. Caro nipote,  cominciò in italiano, tu forse non lo sai, mai io, lungo il fiume Foro, ho… ma poi passò a quel linguaggio misto italiano-dialetto che gli era più familiare. A Fur’, seguitò, tiángh’ nu liach’, nu lachètt’ ch’ mo tè Pp’cciul’ p’ la cav’…..L’ha tótt’ sfasciat’ ma, s’ vuóij’, m’ l’ha dardà gna ér’…C’ tiángh’ na cart’ a scrétt’ ( lungo il Foro, seguitò, ho un lago, un laghetto, che ora ce l’ha Ppcciul’ per la cava….L’ha tutto sfasciato ma, se voglio, me  lo deve ridare com’era...C’ho un carta-un documento-scritto ). Ed io: ma zio, che ci devi fare ora, alla tua età, con un laghetto? E lui , pronto: come che ci farei !….C’ facèss’ n’allévamènt’ di ” tróij’” ch’ mo’ vann’ di mód’…Téu’ ch’ n’ dóic’,  n’ è na bbón’ sta  p’nzat”’!!!!

IL MINOT€URO

Scritto da Paolo Damiano il 15 novembre 2012. Inserito in News


Il 1° gennaio 2012 l’euro ha compiuto dieci anni e anon si ènemmenotenuta una conferenza stampa per l’occasione. Ma a partire dal prossimo maggio 2013, la Bce lancerà una nuova seria di banconote, al fine di rafforzare le misure contro i falsari. Le banconote, ha annunciato lo stesso numero uno dell’istituto Mario Draghi, ritrarranno Europa, la figura mitologica da cui ha preso il nome il continente europeo. Si tratta di una principessa fenicia che, secondo la mitologia greca, venne rapita da (un toro) Zeus. Abbiamo già parlato delle simbologie e dei messaggi subliminali che questi signori creano appositamente per il controllo della psiche. Bene, proviamo, dopo aver visto che la stessa immagine appare già sulla moneta ellenica da due euro come una tragica ironia, un tributo (sangue?) alla Grecia, a decifrare questa nuova patacca: nel mondo della finanza, il toro, indica la banale crescita degli indici … è uno dei simboli usati in Borsa per giocare al rialzo (l’orso è il suo esatto contrario) e quindi il nesso c’è … ed infatti davanti a Wall Street è stata posta la scultura di un toro infuriato.  …(continua)

Comunicato stampa

Scritto da Redazione il 14 novembre 2012. Inserito in EVENTI

La “Carta dei servizi” della Sasi, l’ente erogatore dell’acqua a Guardiagrele, recita: “…è garantito l’impegno ad erogare un servizio un servizio continuo, regolare e senza interruzione. La mancanza del servizio potrà essere imputabile solo ai guasti, alle manutenzioni o a cause di forza maggiore”.

A Guardiagrele  la carenza idrica e il razionamento dell’acqua dura ormai dal mese di maggio, e nulla è stato fatto finora per questa grave situazione di disagio che perdura e che provoca danni  alle persone e alle attività del nostro comune.

Giovedì 15 novembre, presso l’auditorium, è indetta una riunione aperta a tutti i cittadini guardiesi con lo scopo di costituire un Comitato pro- acqua perché con il grave razionamento in atto vengono lesi i diritti essenziali del cittadino che paga bollette ad un Ente che non fornisce un servizio adeguato e che è incoerente con la sua stessa “Carta dei servizi”.

Adesso basta! Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare per decidere democraticamente e in prima persona tutte le forme possibili di opposizione a questa situazione di gravi carenze, considerato anche il ruolo di Guardiagrele sede del Parco nazionale della Majella , importante centro pedemontano punto di riferimento turistico per le sue attività, la sua storia e le sue tradizioni.

Gino Primavera