RIFIUTI

Scritto da Redazione il 2 novembre 2012. Inserito in News

IL “SISTEMA GUARDIAGRELE” E’ GIA’ UN ESEMPIO DA SEGUIRE, AMMIRATO A LANCIANO E IN PUGLIA

L’assessore Di Prinzio: “Il nostro segreto? Programmazione accurata e dialogo continuo con gli utenti”

Un modello da seguire dopo che la scorsa estate, in un solo mese di raccolta porta a porta, ha quasi raddoppiato la percentuale di scarti riciclabili passando dal 37 a oltre il 66%, unico caso in Abruzzo e raro in Italia tra i centri appena più estesi e popolosi di un paesino. E’ per questo che al “sistema Guardiagrele” già guardano amministrazioni comunali e imprese di servizi ecologici, che vogliono apprendere tutti i segreti sulla differenziata “spinta” e diffusa nell’intero territorio, dai microchip installati nei mastelli per la porta a porta (con dispositivo di lettura computerizzata) all’isola ecologica interrata accessibile con carta magnetica a commercianti e esercenti del centro storico.  …(continua)

La settimana scorsa due delegazioni sono arrivate qui per un giro informativo sui metodi seguiti da Comune e Mantini, la società chietina appaltatrice della raccolta. «Abbiamo ricevuto», spiega Donatello Di Prinzio, assessore ai Servizi ecologici, «alcuni rappresentanti del Comune di Lanciano e un gruppo di tecnici inviati da Murgia servizi, azienda che cura raccolta e smaltimento in diversi centri della Murgia pugliese, a cominciare da Altamura. A Lanciano», chiarisce l’assessore, «sono interessati al funzionamento e alla gestione della differenziata nel borgo entro le mura, visto che anche loro si apprestano a varare un analogo servizio, mentre i tecnici pugliesi hanno centrato la visita sui nostri sistemi che hanno bandito i cassonetti per compiere un salto in avanti nella pulizia di vie, piazze e strade extraurbane. Notevole curiosità ha suscitato», prosegue Di Prinzio, «l’isola interrata in via Orientale, che abbiamo messo a esclusiva disposizione dei commercianti per smaltire il surplus di residui e imballaggi in anticipo sul successivo turno di raccolta, evitando così di conservare in negozio rifiuti che talvolta possono richiedere notevoli ingombri o generare cattivi odori».

Guardiagrele è stata designata tra i centri-pilota italiani della Eurosintex, il fabbricante bergamasco di mastelli e attrezzature per la raccolta differenziata che ha fornito alla Mantini la gamma di contenitori per la selezione domestica oggi usati dalle famiglie guardiesi. «Ci hanno attribuito», racconta l’assessore, «l’equivalente di un bollino blu per la accuratezza del servizio, confermando peraltro il giudizio generalizzato dei nostri utenti, che in più occasioni ci hanno comunicato la loro soddisfazione per la qualità della raccolta e per l’obiettivo da molti invocato di liberare le strade dai cassonetti, sistema che aveva dato adito al conferimento incontrollato e scorretto oggi non più possibile con il deposito personalizzato dei mastelli, con lettura istantanea del chip elettronico effettuata dagli addetti».

Trackback from your site.

89 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.