ALLA CANNA DEL GAS di Paolo Damiano

Scritto da Paolo Damiano il 22 dicembre 2012. Inserito in News


Non diciamo che Amministratori si nasce, ma certamente e non lo si diventa facendo i presenzialisti che sbucano come il prezzemolo su ogni media esistente a pontificare e sparare costrutti sgangherati … un Amministratore deve avere una visione del particolare nell’insieme ed una prospettiva del Bene Comune e deve saper interpretare le istanze popolari … invece vediamo persone che brancolano continuamente nel buio aspettando solo che si accenda quel lumicino che gli possa far fare qualche mostra di sé.

Lo scorso anno, per i festeggiamenti e l’intrattenimento nei 20-30 giorni della ricorrenza natalizia e impiegando appena 10.000 euro, facemmo una serie di proposte che doverosamente riportiamo:…(continua)

… Così, ad esempio, daremmo 1.000€ alla Parrocchia di San Nicola di Bari per l’uso della sala San Silvestro (con impianto di riscaldamento) dove i gruppi musicali,  le associazioni, anche per autofinanziarsi, potrebbero organizzare feste da ballo, serate con dj e quant’altro per l’intrattenimento in sicurezza e a km zero della gioventù guardiese …

Metteremmo a disposizione, di chi volesse e per l’animazione dei bambini, il Salone Comunale … 

Daremmo  500€ all’Ente Mostra dell’Artigianato per l’uso del suo salone per esposizioni e convegni …

Daremmo 1.000€ al conduttore della sala polivalente di via Alcide Cervi per lo svolgimento di rappresentazioni, teatro dei burattini, proiezioni …

Impegneremmo …

3.000€ per le luminarie … e ci esce na bell illuminazion! … 

3.500€ per il Concerto di Natale (mattina) e il Concerto di Capodanno (mattina … a Vienna) al Cinema Teatro Garden

500€ per acquistare (riutilizzabili quindi per altre manifestazioni) degli altoparlanti per la diffusione di sottofondi natalizi per chi passeggia … e pure 500€ per Panettone e Spumante per la notte di (sala) San Silvestro …

Ma ancora … non esigendo l’occupazione del suolo pubblico, inviteremmo (pregandoli vivamente nel loro interesse) i commercianti a sistemare, davanti e nelle pertinenze delle loro attività, espositori, gazebo e quant’altro per creare un ambiente suggestivo e di richiamo … E invece cosa hanno combinato le intellighenzie governative lo scorso anno? È cosa risaputa.

Ora se si guarda la programmazione di Guardiagrele d’Inverno di quest’anno non sfugge come questa, nell’impostazione, sia una evidente clonazione di quanto proponemmo, inascoltati, l’anno scorso. Ma c’è la crisi … e pure lo scorso anno c’era, ma evidentemente non se n’erano o hanno fatto finta di non accorgersene … e non ci sono i soldi! Bhe  è ora di finirla con questa litania perché chi vuole amministrare deve sapere e darsi da fare per rispondere alle istanze popolari senza pesare oltremodo sulle tasche dei cittadini altrimenti, visto che tutti sono bravi a fare i “tecnici” con il c… degli altri, possono restarsene (e ritornarsene) a casa E se da un lato il tempo galantuomo ci ha dato ragione, ma dall’altro ci da fastidio il classico: “ve l’avevamo detto …”  monta, però, la rabbia per la considerazione che con il denaro pubblico sperperato lo scorso anno in tendoni, “affollatissimi” mercatini che desertificarono attività e negozi lasciandoci dentro solo i commercianti e … si sarebbe potuto pagare l’intrattenimento delle festività natalizie del passato, presente e prossimo anno. E invece ci resta solo la canna del gas, ma solo fino a quando potremo ancora pagare la bolletta.

Il Segretario de La DESTRA Guardiagrele Paolo Damiano.

Trackback from your site.

78 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.