M’ddiócc’ u taccar’ – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 22 marzo 2013. Inserito in Costume e Società

Ora, se non sbaglio, ha poco meno di 75 anni, Emidio D’Angelo, detto M’ddiócc’ u taccar’, e vive da molto tempo a Ottava, in Canada. Il fatto narrato risale agli inizi degli anni ’50 del secolo scorso, quando Emidio aveva una decina d’anni. In quel tempo, pochi ormai lo ricordano, nella piazzetta Madonna della Libera, c’era una fontana abbeveratoio ove le donne lavavano anche i panni con l’acqua sempre gelida, di pochi gradi sopra lo zero. Era altresì il tempo in cui i giovani da marito cercavano le spose anche nei paesi vicini. A Pretoro era venuto in bicicletta per questo scopo un giovanotto di Roccamntepiano il quale lasciò la bici incustodita proprio sulla parete della casa di Emidio. Il quale, pur essendo poco esperto, data la giovane età, vi montò su e via a notevole velocità verso la piazzetta di cui s’è detto. Ma arrivato nei pressi della fontana non riusccì a frenare, vi sbattè contro e schizzò come una trota dentro la vasca….

Trackback from your site.

100 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.