Archive for aprile, 2013

COMUNICATO STAMPA

Scritto da Redazione il 29 aprile 2013. Inserito in EVENTI

OGGETTO: Centrale a Biomasse

Il sindaco Sandro Salvi comunica il rinvio al 21 maggio p.v. della Conferenza dei servizi sulla centrale a biomasse proposta per Guardiagrele dalla Renovo Bioenergy Spa.

 E’ annullata quindi la convocazione al 30 aprile prossimo. Il sindaco motiva il rinvio con “ragioni procedurali”.

Giunta Comunale – Servizio Stampa

 

Ælion in edicola

Scritto da Redazione il 27 aprile 2013. Inserito in In Edicola

 

E’  in edicola  il  numero di Ælion con nuovi  articoli, sempre interessanti. Non perdetevi tutte le notizie, le attività e le novità di Guardiagrele.

Monumento a Bafile- esiste ancora un senso delle Istituzioni? – Walter Luvisotto

Scritto da Redazione il 25 aprile 2013. Inserito in News

Alcuni giorni fa, ripercorrendo la storia di Andrea Bafile, ho trovato, via web, questo articolo dal titolo: “Andrea Bafile nella Difesa del Basso Piave” (Approfondimento a cura di Nicola R. Di Cocco, tratto da ”Guardiagrele e la sua valle”, CAI sez. Guardiagrele,

Per doverosa conoscenza, prima di commentarli, le riporto alcuni passi: ….Alle ore 12 del 15 settembre 1923 la salma dell’eroe fu esumata per iniziare il suo viaggio di ritorno finale verso la terra madre. Il Comando in Capo dell’Alto Adriatico organizzò la cerimonia che avvenne alla presenza dei fratelli Umberto e Mario, di numerose autorità, di militi e di marinai.  …(continua)

Al Sindaco di Guardiagrele – Paolo Damiano

Scritto da Paolo Damiano il 22 aprile 2013. Inserito in News

 

Pregevolissimo,

in considerazione del passaggio del “Giro d’Italia” nel territorio comunale e soprattutto nella nostra città e per significare questo momento, ci permetta di avanzare alla Sua attenzione la proposta di seguito:

• posizionamento di uno striscione tricolore per l’altezza della torre acquedotto lato via Occidentale (tela pre stampata tricolore 7-8€ per ogni  h1,40x1m  ovvero 1,40 x 20m = 140-160€);

• posizionamento di tre bandiere tricolori (almeno 3x6m ovvero 18-20mq x 5-6€ al mq 120€ cad.unox3 bandiere = 360€) rispettivamente: Torrione Longobardo – Belvedere via Orientale – Curva prossimità Porta San Giovanni (le tre staffe possono essere realizzate con 6 verghe – ogni verga 3m – di tubo zincato da 2 pollici facilmente reperibili);

Scritta: Guardiagrele Saluta il Giro d’Italia  superficie campo da gioco stadio comunale.

Contattare Eliabruzzo per invitare i suoi elicotteristi a chiedere ai colleghi piloti (solitamente si conoscono) del “Giro” di voler effettuare dei sorvoli appropriati.

Non sfuggirà che a fronte di un impegno economico assai esiguo (500€) l’impatto visivo e televisivo sarebbe unico e di sicuro effetto.

Certi dell’attenzione, salutiamo con viva cordialità.

Il Seg. de La DESTRA Guardiagrele
Paolo Damiano

 

 

a Guardiagrele S.E. Mons. Carlo Ghidelli

Scritto da Redazione il 22 aprile 2013. Inserito in EVENTI

Domenica 21 aprile nella Chiesa di Santa Maria Maggiore c’è stato l’incontro dell’ amministrazione comunale di Guardiagrele con S.E. Mons. Carlo Ghidelli, Arcivescovo Emerito della Diocesi di Lanciano-Ortona, con circa 50 pellegrini provenienti da Milano guidati da Don Serafino parroco di San Francesco di Milano.

Ad accoglierli, per uno scambio di saluti e di informazioni sulle bellezze della città di Guardiagrele, il sindaco Sandro Salvi insieme al parroco Don Nicola Del Bianco, l’assessore al turismo Floriano Iezzi e i consiglieri comunali Orlando Console e Leonetto D’Angelo.

Il programma ha previsto un’ escursione a Guardiagrele, in quanto principale centro artistico e culturale del Parco Nazionale della Majella con una visita al Museo del Duomo e ai principali monumenti e chiese del centro storico, oltre che alle famose botteghe artigiane del ferro battuto e del rame.

Pancia gonfia? Ecco i rimedi

Scritto da Dott.ssa Pamela Colasante il 18 aprile 2013. Inserito in News

Il gonfiore addominale è un fastidio molto comune che crea disagio, soprattutto nel periodo estivo. In assenza di altri sintomi quali dolore addominale ricorrente, diarrea, stipsi e reflusso, che richiedono indagini più approfondite per escludere la presenza di patologie, basta seguire alcuni semplici consigli per ottenere dei miglioramenti. Molto spesso questo disturbo è legato ad un eccessiva ingestione di aria mentre si mangia o si beve, quindi la prima raccomandazione è quella di mangiare lentamente, masticando bene i cibi. È buona norma non consumare pasti abbondanti e ridurre l’assunzione di cibi che possono favorire la formazione di gas a livello intestinale, come bibite gassate, alcolici, gomme da masticare, cibi e bevande con aggiunta di dolcificanti. Via libera, invece, ai cibi con azione depurativa come carciofi, asparagi, mele, kiwi e ananas.
Un ottimo rimedio sono le erbe carminative, in grado di ridurre la sensazione di gonfiore, come il finocchio, il cumino, il cavi, l’anice verde, la menta piperita e la camomilla. Una buona abitudine è quella di assumere tisane che contengano estratti di queste piante.

“PASSAGGIO DEL FRONTE” – CAI Guardiagrele

Scritto da Redazione il 12 aprile 2013. Inserito in News

domenica 21 Aprile 2013

in collaborazione con L’Archeoclub di Guardiagrele

Il territorio di Guardiagrele durante l’ultima Guerra Mondiale fu luogo di passaggio per la popolazione, gli ebrei ed i tanti prigionieri in fuga dai tedeschi per raggiungere i territori liberati dalle truppe alleate. Ripercorrere questi sentieri, raccontare le nobili gesta di coloro che, mettendo a rischio la propria vita, accompagnarono uomini e donne verso la libertà, significa riappropriarsi di una pagina della nostra storia che deve essere da monito per le nuove generazioni. Il percorso riproposto interesserà le località del Cimitero, Tiballo, Colle Luna, Caprafico Laio, Capuani, Ruderi Castello di Caprafico, Frantoio Masciantonio

Ritrovo dei partecipanti

ore 8,00 di domenica 21 Aprile presso il parcheggio del cimitero di Guardiagrele

Mezzo di trasporto: auto proprie

Lo stress: un nemico della dieta

Scritto da Dott.ssa Pamela Colasante il 11 aprile 2013. Inserito in News

Alcuni studi scientifici ci indicano che i cambiamenti nel comportamento alimentare degli ultimi anni sono il risultato di una vita frenetica e stressante.
Come fa lo stress a condizionare la nostra alimentazione? L’atto di alimentarsi risponde ad un bisogno primario necessario per la sopravvivenza ma ha anche un profondo significato affettivo. Il cibo molto spesso diventa un sistema di gratificazione: cerchiamo rifugio nel cibo per avere sollievo dallo stress. Tutti gli impegni, le responsabilità e le difficoltà quotidiane possono indurci da una parte a cercare gratificazione nel cibo, soprattutto in quello ricco di grassi e zuccheri, e dall’altra, avendo a disposizione poco tempo da dedicare alla preparazione dei cibi, ad avere un alimentazione monotona e non equilibrata.
Lo stress cronico determina nel nostro organismo una produzione eccessiva di cortisolo, ormone che induce un continuo aumento di zuccheri nel sangue. L’eccesso di cortisolo tende a produrre un aumento della resistenza all’insulina, altro ormone importante per il controllo del senso di fame. Questa situazione a lungo andare può determinare un aumento di peso e un maggiore accumulo di grasso, soprattutto a livello addominale.
Per poter affrontare al meglio il problema del sovrappeso, dobbiamo analizzarne innanzitutto le cause e poi correggere gli errori per migliorare la qualità di vita.

Pallamano – Massimo Mattioli

Scritto da Redazione il 6 aprile 2013. Inserito in Sport


 

Serie B maschile: La Handball Guardiagrele impegnata stasera (ore 17.30 al Palagrele) contro la Roma: in palio il 3° posto

Domenica impegnate nelle Marche (a Cingoli) la B femminile e l’Under 18 femminile (in piena corsa per il titolo regionale)

 Dopo il bel successo colto a Gaeta (18-28) e la sosta pasquale torna in campo la squadra guardiese impegnata nel campionato maschile di serie B. La vittoria colta in terra laziale ha rilanciato i guardiesi nella corsa verso il 3° posto. Ormai Pescara e Fondi sono in fuga nella lotta verso il 1° posto che porterà direttamente in Serie A2 mentre per il 3° posto restano in lotta Roma con 18 punti, Guardiagrele a quota 15 e Vasto a 12. E’ chiaro che la partita di questa sera, se non decisiva, sarà comunque importantissimo per la conquista del gradino più basso del podio del campionato di Serie B. I gialloblu guidati da Rapposelli-Primavera si sono preparati al meglio e puntano, senza mezzi termini, alla conquista dei tre punti.

Domenica in campo le squadre femminili di Serie B ed Under 18, entrambe impegnate nel palasport di Cingoli. Per entrambe le squadre l’impegno è assai arduo ma la nostre ragazze ci hanno abituato a prestazioni maiuscole che potrebbero determinare delle belle sorprese. Fuori dalla lotta per i primi posti la squadra di Serie B, l’impegno riveste invece grossa importanza per le ragazze dell’Under 18 che stanno correndo verso la conquista del titolo regionale di categoria.

Da segnalare i progressi e gli ottimi risultati che arrivano dall’Under 12 maschile. Nell’ultimo concentramento i terribili ragazzini guardiesi, dopo aver peso contro il fortissimo Dream Team, hanno conquistato un bel successo (10-4) contro l’Hc Pescara e sono così saliti al 3° posto distanziando proprio i pescaresi di tre punti. Il prossimo appuntamento è per il 21 aprile a Pescara.


U Put’stà – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 6 aprile 2013. Inserito in Costume e Società

 

L’ultimo podestà di Pretoro è stato don Luigi di Sipio, o per i pretoresi solamente don Lujégg’. Signorotto che viveva di rendita. Possedeva, in paese e a Casalincontrada,  terreni fertili, suoi e della moglie, affidati a mezzadri, mentre direttamente sovrintendeva all’allevamento delle api di cui aveva un cinquantina di arnie. Era appassionato di caccia che, col fratello minore, don Peppe, esercitava assiduamente, soprattutto alla quaglia, in agosto e settembre, prima della migrazione di questo ricercato volatile.. Come podestà era molto severo, incuteva perciò ai concittadini timore e rispetto, in conseguenza dei suoi poteri, non sempre esercitati col dovuto equilibrio. Come quando un giorno, vedendo dalla finestra di casa sua, Nicola a ggiumanèll’ che tornava dalla montagna col mulo carico di legna secca, gli disse: Nicó!  Bongiòrn, don Lujé, démm’, démm’, rispose il buon uomo! Nicó, riprese il podestà, ssa sum’tèll’ scar’ch’l’ allóch’ e gli indicò il suo ex frantoio che fungeva da deposito. E Nicola, sudato e stanco, cercò di obiettare: ma, don Luié, stu car’cócc’  o sò già v’nnéut’, mo m’ péij’ nu mòcc’ch’ e l’ vaij’ a cuns’gnà a u Casal’, aija cumbrà magnà li cét’l', ch’ ij’ diángh’ a quill’? E don Luigi inflessibile: Nicó, ch’ tt’ sò dètt’…ssa sum’tèll’ scar’ch’l’ allóch. E Nicola, temendo le conseguenze, piangendo ubbidì. Non tornò a casa, ma riprese, digiuno, la via del bosco per un secondo carico..