Nutrigenomica: il rapporto tra cibo e DNA

Scritto da Dott.ssa Pamela Colasante il 23 maggio 2013. Inserito in News

La nutrigenomica è la disciplina che studia la relazione tra gli alimenti e le modifiche del DNA, soprattutto in funzione di alcune malattie. Negli ultimi anni sono stati avviati numerosi studi per ampliare le nostre conoscenze su questa scienza e i risultati finora ottenuti fanno ben sperare. Le recenti tecnologie di biologia molecolare hanno validato scientificamente la constatazione che le persone rispondono in modo diverso ad alimenti uguali e che i cibi possono addirittura modificare l’espressione di alcuni geni. Alcuni studi hanno dimostrato, ad esempio, che il colesterolo e i grassi introdotti con la dieta interferiscono con l’espressione dei geni coinvolti nel metabolismo dei grassi. Ciò che mangiamo, quindi, ha un effetto sul modo in cui il nostro organismo assimila i nutrienti. Altri studi hanno dimostrato che i cibi influenzano anche l’espressione di geni non direttamente legati al metabolismo. Ad esempio i carboidrati influiscono sulla regolazione di geni coinvolti nella risposta allo stress cellulare.
In futuro si potranno utilizzare queste informazioni per elaborare programmi dietetici “su misura” per i geni di ogni persona in modo da prevenire le malattie per le quali vi è una predisposizione genetica dovuta all’interazione tra genotipo, stile di vita e ambiente.

Trackback from your site.

74 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.