L’obesità infantile: un emergenza sanitaria

Scritto da Dott.ssa Pamela Colasante il 6 giugno 2013. Inserito in News

L’obesità infantile è oggi una delle grandi emergenze sanitarie dei paesi occidentali e l’Italia è il paese europeo che ha il primato per numero di bambini e adolescenti con eccesso di peso. Nel nostro Paese, in media, il 25% dei soggetti di età compresa tra 0 e 18 anni ha un eccesso di peso, con un picco che si registra nella fascia di età compresa tra i 6 e i 10 anni, nella quale il 24% della popolazione risulta essere sovrappeso e il 12% obesa.
L’eccesso di peso determina nel bambino e nell’adolescente una serie di gravi disturbi sia dal punto di vista fisico che psicologico, destinati ad accompagnarlo, aggravandosi, anche nell’età adulta. Appare evidente, quindi, l’importanza della prevenzione da effettuare in maniera generale su tutta la popolazione e con interventi mirati sui soggetti a rischio. Un corretto approccio all’obesità, sia dal punto di vista clinico che scientifico, deve essere multidisciplinare e deve investire diverse competenze. È di vitale importanza, poi, la sensibilizzazione di tutta la famiglia che deve indirizzare il bambino. È inoltre fondamentale evidenziare i rischi derivanti da una eccessiva sedentarietà e sollecitare la pratica, non sporadica, di attività fisica.

Trackback from your site.

66 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.