Cesarino – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 17 dicembre 2013. Inserito in Costume e Società

Cès’r’ è stato un gran lavoratore in Italia e all’estero. Uomo austero, rigoroso fino ad apparire talvolta anche burbero. E di elevato rigore morale. Aveva cultura elementare e poche risorse ma col suo impegno è riuscito a fare dei suoi due figlioli maschi due stimati ingegneri. A Pretoro faceva il contadino e, curioso com’era, amava fare anche esperimenti botanici. E’ stato il primo, ed unico, a Pretoro a sperimentare la coltivazione dei kiwi. Felì, mi diceva, n’n sacc’ s’ l’ sì, non so se lo sai, c’ vò nu mascul’ p’ 7 o 8 prant’ fèmm’n'…Lu mascul’ sèrv’ p‘ “mbullonà” l’ fémm’n', s’nnò n’n frótt’! Gli piaceva anche discutere con me. Una volta si parlava di scuola, di merito. Ad un tratto mi fissò, certo pensava ai suoi ingegneri, e mi disse: téu sì studiat’, o sacc’, p’rciò m’ pu capóij’… U mètt’ chi a la scól’ péij’ 60 “allódi” contr’ chi péij’ 30 ” allódi ” ? Chi è cchiù frègn’, secondo te ? (tu hai studiato, perciò mi puoi capire…Vuoi mettere chi a scuola prende 60 (sic) e lode contro chi prende 30 e lode? Chi è più ” ganzo”, secondo te?).

Trackback from your site.

47 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.