I ” bobbi ” a Passolanciano – Felice Marcantonio

Scritto da Redazione il 7 gennaio 2014. Inserito in Costume e Società

Chi ha conosciuto mio zio Giovanni non dimenticherà mai la sua vivacità e la prontezza sferzante delle sue battute. E’ stato il primo, col fratello Vincenzo, ad installare una sciovia a Passolanciano impegnando tutte le loro risorse e curandone poi direttamente la gestione a prezzo di non comune impegno. Il medico del paese, Beniamino, ora ultranovantenne, parlandomene una volta, mi disse: si vedevano appena un giorno, i tuoi zii, dopo una colossale nevicata, lungo la pista, a fare la traccia con i badili. Sembravano condannati ai lavori forzati. Sempre rigoroso, zio Giovanni, soprattutto per il rispetto delle regole per evitare incidenti. Richiamò più volte un signore che faceva il furbo. Dottore, gli gridava, non si passa di lì, sensa successo. Dottore, ripeteva…nulla. Dottore e ancora nulla…Coglione, gli gridò minaccioso con la pala alzata e finalmente l’uomo capì. Temeva i bob che scorazzavano sulla pista in modo scomposto e pericoloso. Un giorno parlando dell’argomento così si espresse: ma come si fa, ogni anno… con i ” BOBBI”, la stessa storia…U sén’ch’ ha rifatto la ” tolleranza “ma poi chi la fa rispettare ? A vòij’ a pr’d'cà…a sair’ ma rtróv’ ngo fèt’ch’ abbuttat’ !

Trackback from your site.

70 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.