Obesità infantile: l’Abruzzo è in testa

Scritto da Dott.ssa Pamela Colasante il 15 maggio 2014. Inserito in News

La frequenza di sovrappeso e obesità nei bambini osservata a livello nazionale resta a livelli preoccupanti, in particolare nel Centro-Sud. È quanto emerge dall’ultimo rapporto del sistema di sorveglianza Okkio alla Salute promosso dall’Istituto superiore di sanità. Il 22,2% dei bambini italiani, infatti, è in sovrappeso e il 10,6% obeso. Si conferma anche la grande diffusione tra i bambini di abitudini alimentari scorrette che possono favorire l’aumento di peso: il 31% fa una colazione non adeguata, il 65% fa una merenda di metà mattina abbondante e il 44% consuma abitualmente bevande zuccherate o gassate. Anche i valori dei comportamenti sedentari permangono elevati. I dati confermano inoltre l’errata percezione dei genitori dello stato ponderale e dell’attività motoria dei propri figli. La nostra Regione purtroppo si colloca al di sopra dei valori della media nazionale: il 40,4% dei bambini abruzzesi presenta un eccesso ponderale. In particolare, il 25,8% risulta in sovrappeso, il 10,9% obeso e il 3,7% risulta in condizioni di obesità severa. La presenza di una così alta prevalenza del fenomeno nella nostra regione desta preoccupazione. Sono necessari interventi efficaci e tempestivi per scongiurare l’ aumento di molte patologie che interesserebbero sempre di più i giovani adulti, con ripercussioni sia sullo stato di salute dei cittadini che sulle risorse necessarie per affrontare questi problemi.

Trackback from your site.

69 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.