Angelosante Elisii

Scritto da Redazione il 21 settembre 2015. Inserito in News

 

E’ morto nelle prime ore dello scorso 17 settembre all’ospedale civile di Pescara, all’età di 81 anni, Angelosante Elisii, uno degli industriali più dinamici e virtuosi dell’ Abruzzo, fondatore delle Ct Point, azienda leader a livello mondiale nella produzione di filati e cucirini. Di lui, nella cittadina, molti ricordano la semplicità e la grande generosità, oltre che la spiccata intelligenza imprenditoriale che gli permise di fare fortuna e diventare popolare. ” Di Angelosante – osserva il Sindaco Simone Dal Pozzo – vanno ricordate le indiscusse doti di uomo e imprenditore che ha saputo costruire, attraverso il lavoro e la capacità di fare squadra, un importante pezzo della vita economica della nostra città “. Il consigliere comunale Franco Caramanico, non dimentica la lungimiranza dell’industriale scomparso al quale era legato da una forte e vecchia amicizia. ” Con la sua intelligenza – afferma Caramanico – è stato sempre un grande anticipatore dei tempi “. Una fortuna, quella economica dell’ imprenditore guardiese, che iniziò stranamente, in uno dei periodi più brutti della sua vita, quando nel 1955, a soli vent’anni, subì un grave incidente sul lavoro che le rese invalido all’ 85 %. Un evento negativo che Angelosante, con la sua forza caratteriale, seppe però affrontare con estrema positività. Infatti, dopo essersi iscritto ad un corso di riabilitazione dell’ Inail, si trasferi a Milano per frequentare una scuola di tecnico di orologeria, dove conobbe anche il supermolleggiato della canzone italiana Adriano Celentano. Una volta imparato il mestiere, torna poi nella sua Guardiagrele ed apre un negozio di gioielli e orologi nella centralissima piazza Santa Maria Maggiore. Gli affari fanno subito a gonfie vele e l’ imprenditore guardiese, nel 1966 apre la Sman snc, una piccola fabbrica di cinturini per i famosi orologi Wincheter. Quando però nel 1986, il mercato dei cinturini subisce una flessione a causa delle produzioni che arrivavano dagli Stati Uniti, adatta le sue macchine alla produzione di filati e cucirini e con un socio di Milano e il nipote Fiore Garzarella, costituisce la Ct Point srl , con uno stabilimento in via Anello nei pressi dell’ospedale civile. Successivamente, l’azienda che occupa oltre 70 dipendenti, si trasferisce nella zona industriale della vicino Rapino in un moderno impianto di oltre 36 mila mq. , di cui 14 mila coperti che ospitano il centro direzionale. Attualmente, la Ct Point, guidata anche dalle figlie dell’industriale scomparso Vanessa e Jessica, movimenta complessivamente circa 700 mila tonnellate di filati, divisi in 300 mila articoli e raggiunge oltre 600 clienti in 50 diversi Paesi.

Giovanni Iannamico (tratto dal “Il Centro” del 18/09/2015)

Trackback from your site.

200 views

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.